Primo incontro con il Sottosegretario Bocci sulla revisione del d.lgs. n. 139


 


Comunicato n.21-17
                                                                                                                 
Roma, 28 luglio 2017


Primo incontro interlocutorio con il Sottosegretario Bocci sulla revisione del d.lgs. n. 139: realizziamo rapidamente una stagione di riforme che evidenzi la specialità della carriera prefettizia!

 
Cari colleghi,
nella giornata di ieri abbiamo partecipato ad un incontro con il Sottosegretario On. Gianpiero Bocci per avviare il confronto sindacale sulla proposta di revisione del d.lgs. n. 139/2000, che vi alleghiamo per le vostre valutazioni.
Il SINPREF ha ritenuto, in questo primo incontro, di non scendere nel merito delle proposte avanzate ma di formulare alcune considerazioni di metodo, chiedendo di poter ricevere al più presto una scheda illustrativa del citato progetto di riforma da cui dedurre la ratio dell’intervento e la portata delle singole misure in esso contenute.
Il Sottosegretario ha espresso la più ampia volontà di costruire il percorso di riforma del d.lgs. n. 139/2000 in un’ottica di piena e fattiva collaborazione, assicurando la trasmissione della documentazione da noi richiesta e prospettando per metà settembre la calendarizzazione di una serie di incontri per definire congiuntamente le modifiche al d.lgs. n. 139/2000. 
Dal canto nostro abbiamo ribadito quelle che riteniamo debbano essere le priorità dell’agenda delle politiche per il personale, come la revisione dei posti di funzione, la riduzione della durata del corso di formazione per i consiglieri di prefettura, la nuova formulazione dei criteri per la progressione in carriera e la disciplina della reperibilità.
E’ in questa ottica, allora, che abbiamo chiesto - anche nella nota scritta che vi alleghiamo e che abbiamo consegnato al Sottosegretario - un impegno costruttivo per realizzare interventi di razionalizzazione che ci pongano in una luce positiva, di cambiamento, in modo da poter chiedere ed ottenere - così come è stato per le Forze di Polizia – anche adeguate risorse economiche per la nostra valorizzazione.
Queste in sostanza le nostre richieste, con un atteggiamento di massima apertura ad ogni intervento di valorizzazione della carriera prefettizia in vista della prossima apertura del tavolo negoziale per un rinnovo contrattuale che manca da troppo e che, al momento, non ci risulta contempli un significativo stanziamento di risorse aggiuntive per la carriera prefettizia. E ciò pur a fronte di un costante e riconosciuto impegno, sovente senza orari, di tanti colleghi nell’esercizio delle funzioni istituzionali in contesti davvero complessi e delicati, come quello dell’accoglienza e gestione dei migranti, del coordinamento delle iniziative volte ad assicurare la tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica o della incolumità delle persone!
Con il medesimo spirito di condivisione ci rivolgiamo a voi tutti chiedendovi di far pervenire, singolarmente ovvero per sede o uffici, specifiche osservazioni sul testo di riforma veicolato dall’Amministrazione in modo da attivare, al nostro interno, un serrato dibattito per definire l’idea futura dell’Amministrazione e della carriera prefettizia.
Aspettiamo i vostri contributi.
Cordiali saluti

                                              Il  Presidente 
                                           Antonio Giannelli
Allegati al comunicato:

Cerca
inserire nell'apposito spazio il testo da cercare
Struttura territoriale